martedì 29 luglio 2014

Borghi siciliani

A 4,100 km dal paese di Carlentini, sulla SP 9 sorge il Borgo Angelo Rizza
Siamo in contrada Tumarello e, su una collina chiamata Monte gancio, sorge questo simpatico Borgo. Un Borgo immerso nella natura, alberi di pini ed eucalipto, impregnano il tutto con i loro profumi. il silenzio e il cinguettio accompagnano il visitatore.
C'è la chiesa con sacrestia e casa canonica, ci sono circa 6 edifici. Delle simpatiche case con botteghe artigiane al piano terra e, abitazioni sopra. Vi è pure l'ambulatorio medico .... Doveva essere veramente un bel Borgo.
Una casa è occupata dai forestali e, le altre? Si potrebbe ripristinare l'ambulatorio medico ... Si potrebbe far diventare il Borgo un centro di recupero ... Un centro di sollievo ... Un centro psichiatrico .... Anche la chiesa potrebbe essere ripresa e riaperta. Si potrebbe .... Se si vuole si può fare tanto. Il Borgo è intitolato ad Angelo rizzo. L'unica cosa che sono riuscita a trovare sul personaggio è che si tratta di un ragazzino di 17 anni, assassinato durante una rissa a Siracusa il 16 maggio 1921. era un antifascista?! Non lo so, non sono riuscita a trovare nulla.

domenica 20 luglio 2014

Non voglio dire: "C'era una volta ..."

Quando fu deciso di bonificare il lago di Lentini, si pensò di creare, un meraviglioso viale alberato su quello che fu l'argine del lago. Un viale lungo Km 2,500 , un viale che ha fatto sognare e fa sognare. Un viale dove puoi ammirare un magico tramonto, l'Etna, Lentini e Carlentini, Monte Casale e il Monte di Castel di Judica, le case del biviere. Un viale dove lo sguardo non finisce di ammirare la magnificenza della natura. Un viale che, in silenzio, racconta una storia fatta di tanto ... Ogni estate il fuoco distrugge il viale di Pinus Pinea. Ogni anno alberi monchi, cenere, tristezza e, il dolore di una profonda ferita; ferita che nessuno vuol far rimarginare. Cosa rimarrà, domani, di questa antica bellezza? Cosa mostreremo ai nostri eredi? Il disinteresse ferisce più del fuoco. L'inciviltà dell'uomo spadroneggia in malo modo .... Non solo il fuoco ma anche discarica. E' uno strazio, vedere sfregiata si tanta bellezza. La nostra storia, il nostro passato, il nostro presente, il nostro futuro. Amiamo ciò che ci circonda. Curiamolo, coccoliamolo. Non voglio dire: "C'era una volta un viale ..."