giovedì 11 gennaio 2018

Edicole votive

Camminare e osservare. Camminare e cercare. Camminare e...guardare in alto. Se guardiamo in alto scopriamo piccoli tesori. Io, ho scoperto, una antica e preziosa edicola. Non so a chi sia stata dedicata o offerta, ma non importa, la piccola perla parla da sola. Purtroppo la poca delicatezza della modernità, la mortifica.... Le edicole votive sono dei piccoli monumenti non tenuti in considerazione.... esse rappresentano la fede e la devozione del popolo. Una devozione popolare, molte volte, impostata sulla superstizione. Le edicole o piccoli altarini venivano eretti lungo i cammini. Il pellegrino (o camminatore), all'ombra dell'edicola, sostava per un pò di riposo... per una preghiera.... Tante edicole venivano innalzate a ridosso o sui mure delle case. Serviva alla gente come monito, come protezione. Ne incontro tante e, ognuna, ha un fascino che la distingue dall'altra.

lunedì 20 novembre 2017

La magica bellezza di Rizzolo

La magica bellezza di Rizzolo continua. Accompagnata sempre dal lieve sospiro del vento, lo sguardo si perde nell'infinita bellezza. In quel lieve sospiro, nel silenzio, si sentono tanti dolci sussurri..... Il silenzio parla e parla, ha tanto da raccontare... serve solo ascoltare. Portando in alto lo sguardo si osserva il volo di un aquilotto solitario. Il campanaccio di un vitello ti rifà abbassare lo sguardo.......... La bellezza del piccolo lago e, la bellezza di coste lontane. Questo è Rizzolo.

domenica 19 novembre 2017

Una volta c'era un Feudo, oggi non c'è più....

Contrada Rizzolo in territorio di Buccheri, l'ho scoperto il 22 giugno 2014. Sono rimasta affascinata. Ho fatto ricerche, mi sono informata ma, nessuno sapeva dirmi. Nel web ho trovato qualcosina. Rizzolo prima fu dei Majorana, poi passò alla famiglia Eaton. Gli Eaton erano di origine anglosassone. Dopo un susseguirsi di vicende contrada Rizzolo passò nelle mani di Marie Elsie Eaton che sposò il Marchese Giovanni Cassis, senatore del Regno. Il Borgo ha una vita propria. (.......) (......) Oggi, 19 Novembre 2017, torno a Rizzolo per la terza volta. Sono accolta dalla solita magia del suo perenne silenzio. Un silenzio carico di ricordi passati. Un silenzio carico di dolore e ferite. Il tocco lieve del vento mi accarezza. Il cuore batte... Quanta tristezza attorno e quante ferite. Perché il bello non ha una lunga vita?
La nobile casa è stata restaurata per contenere un Hotel, credo, mai inaugurato. La casa-hotel è stata arredata di tutto.... Oggi l'ho trovata devastata. E' scomparso anche lo stemma della famiglia, posto sopra la porta. La bellissima finestra trifore è stata violata..... Il silenzio diventa troppo carico di mestizia.
Borgo Torre in C.da Rizzolo non è molto conosciuta. Il sito è una perla rara dentro una conchiglia. Peccato, peccato vederlo come l'ho visto oggi.